Cronaca

Eugenio Tarabini, un importante democratico cristiano

Eugenio Tarabini occupa, sicuramente, un posto importante nella storia della Democrazia Cristiana valtellinese e della provincia. Giovanissimo, era nato nel 1930 a Morbegno, aderisce al partito e a 23 anni è Segretario della sezione di Morbegno. Nel novembre del1952 partecipa con Giulio Spini e Plinio Vanini, come delegato provinciale al Congresso Nazionale del partito che si tiene a Roma.

Festa della Repubblica

La festa che celebra la nostra Repubblica cade, quest’anno, in un tempo particolarmente turbolento in cui il sentimento pubblico generale nella sua globalità e complessità viene rifiutato e calpestato come un'insopportabile anticaglia. Prevale un'esaltazione spasmodica è paradossale dell'IO personale o di gruppo con conseguenze incerte, imprevedibili per nulla rassicuranti.

73° anniversario della Festa della Liberazione

Domani, mercoledì 25 aprile si terrà a Sondrio la cerimonia provinciale per la celebrazione della Festa della LiberazioneAlle ore 9.30 è previsto il  raduno in Piazza Campello, alle 10.00  sarà celebrata la Santa Messa in Collegiata. Alle 10.45 si formerà il corteo che partirà da Piazza Campello preceduto dalla banda cittadina. Alle 11.00 il corteo sosterà davanti alla caserma dei Carabinieri per rendere omaggio alla memoria del Tenente Colonnello Edoardo Alessi, comandante partigiano “Marcello" caduto nella lotta di Liberazione.

Il ricercatore che amava i Lego e la vita delle tèrmiti

Fa bene al cuore, di questi tempi, vedere un gruppo di ex studenti organizzare un convegno rivolto agli attuali studenti dei licei della nostra provincia per ricordare e onorare un loro insegnante, prematuramente scomparso, di cui hanno apprezzato “l'approccio creativo e personale all'insegnamento e all’educazione". È ciò che avverrà a Sondrio sabato 21 aprile presso l'Auditorium Torelli con la partecipazione di circa 400 studenti coinvolti, a vario titolo, già nella fase di preparazione del convegno stesso. Un’ iniziativa che fa bene raccontare, che sottolinea le foreste che crescono più che gli alberi che cadono, che avvicina tanti ragazzi alle tematiche scientifiche e, perché no, al mondo del lavoro.

Per Vito

E' mancato un caro amico, un uomo con cui abbiamo condiviso valori e passioni civili, nutriti e coltivati dalla memoria storica. Era stato partigiano, Vito, e quell'esperienza, seppure breve, l'aveva segnato per sempre, rafforzando in lui lo spirito di libertà, la difesa dei diritti umani e civili, il rifiuto della guerra e della violenza, la fiducia nella democrazia e nel progresso. Durante l'esperienza nell'Ossola, nella Brigata guidata  da Alfredo Di Dio, aveva conosciuto con entusiasmo la prassi della democrazia e del confronto dialettico; in seguito, in Val Grosina, aveva patito per la mancanza di tale confronto, dovuta all'impostazione sostanzialmente militare della Resistenza in Alta Valle.

Angela e il profumo...della solidarietà

Da sempre prima in gentilezza, cortesia e in attenzione al cliente, da sempre prima anche in solidarietà. E’ vero che questa non dovrebbe mai essere dichiarata o sbandierata, ma per lei lo fa la nota maison francese Lancome. Stiamo parlando della Profumeria Angela di Sondrio - di Angela Codega - classificatasi prima in Lombardia, nell’ambito del concorso “Sostieni i loro sogni” organizzato e promosso da Lancome e dall’Associazione Italiana Dislessia (AID). Obiettivo dell’iniziativa quello appunto di sensibilizzare al tema della dislessia le figure più vicine al bambino in modo tale da poter identificare il disagio nel più breve tempo possibile.

Tags: 

Verità per Giulio

Il Corriere della Valtellina si associa all'appello dei genitori, della stampa, delle associazioni e di tanti cittadini italiani nel chiedere con forza verità sulla barbara uccisione di Giulio Regeni avvenuta due anni fa.
Verità che sembra evidente a noi comuni cittadini è che Giulio sia stato vittima, brutalmente vittima, di un delitto di Stato, di un affare interno tra potere civile e militare in un Paese dove opposte fazioni si fronteggiano con qualunque mezzo.
Ma la verità chiara non è ancora "la verità vera", come la chiamano i suoi genitori, ed é ad accertare questa che un Paese civile e sovrano non può e non deve mai abdicare.

Tags: 

Pagine